Menu
Cart

Le Ricette

Ricette

Charlotte alle mele | La nostra versione senza farina

La Charlotte, dolce dal nome elegante e dall'aspetto sontuoso, dalle numerose declinazioni ed interpretazioni, dalla semplicità del ripieno di sola frutta, alla ricchezza della crema bavarese. Come molte preparazioni classiche della pasticceria, le sue origini hanno molteplici radici; chi fa derivare il termine "charlotte" da "charlyt", che in inglese arcaico significava "budino" o ancora chi lega la torta Charlotte e la regina Charlotte, moglie di Giorgio III, che regnò in Inghilterra tra la fine del Settecento e i primi dell'Ottocento. É possibile anche che il nome Charlotte derivi dallo stampo usato per cuocerla, che a sua volta prende il nome dal copricapo omonimo usato dalle donne francesi nel Settecento, una sorta di cuffia increspata; certo è che sicuramente il dolce così come lo conosciamo oggi deriva direttamente dalla Charlotte russa, realizzata per la prima volta dal pasticcere francese, Marie-Antoine Carême in onore dello zar Alesandro I e poi diffusasi in Francia e successivamente nel Nord Italia, soprattutto nella sua versione più semplice composta da mele, savoiardi e brandy.

La versione che proponiamo è proprio un'interpretazione di quest'ultima in cui abbiamo utilizzato il nostro Antico Savoiardo per una versione senza farina e in cui abbiamo sostituito la classica confettura di albicocche con una marmellata di agrumi e zenzero; la freschezza di questi ultimi, unita all'aroma dolce delle mele reagala un assaggio particolare che saprà coccolare il palato nei pomeriggi invernali o dopo un conviviale pasto domenicale.

La ricetta

Ingredienti

1 kg mele Renette o Golden

250 g Savoiardo senza farina

80 g burro

50 g zucchero di canna

180 g marmellata di agrumi allo zenzero

1 cucchiaino di cannella

2 cucchiai di brandy o cognac

1 limone (scorza e succo)

latte qb

 

Sbucciare e tagliare le mele a cubetti piccoli e porle in un contenitore con succo di limone; in un tegame far sciogliere 50 g di burro a fuoco basso, aggiungere le mele e lasciarle ammorbidire. Successivamente aggiungere lo zucchero di canna, la cannella e la scorza di limone e continuare la cottura fino a che le mele risultino morbide; toglierle dal fuoco e, una volta fredde, incorporare la marmellata di agrumi allo zenzero, lasciando da parte un cucchiaio per la finitura.

Intanto foderare il fondo dello stampo con carta da forno dopo averlo imburrato; mettere i Savoiardi, precedentemente spennellati con il latte, a corona avendo cura di tagliare una punta così da farli reggere in piedi e poi ricoprire tutto il fondo dello stampo. A questo punto, farcire con il ripieno di mele, livellare e ricoprire il tutto con altri Savoiardi. Irrorare con il burro rimanente dopo averlo fuso ed infornare a 180°C per circa 30' o fino a che la superficie risulterà dorata.

Estrarre lo stampo dal forno e lasciar raffreddare un'altra mezz'ora prima di capovolgere la Charlotte su di un piatto servizio; a questo punto spennella con la marmellata restante precedentemente riscaldata per renderla più fluida. Servire il dolce ancora tiepido, magari accompagnato da un ciuffo di panna montata oppure una pallina di gelato alla vaniglia o alla crema.

 

 

 

 

 

 

Il nostro Halloween | Lingue di gatto... da paura!

Una tra le tante idee dolci da proporre ai piccoli di casa, un modo per coinvolgerli preparando con loro qualcosa di semplice e veloce partendo da un pasticcino che i bambini adorano, le classiche Lingue di gatto. Non ci appartiene come tradizione, ma Halloween è ormai stato importato nella nostra cultura soprattutto da bambini e ragazzi; e allora largo spazio a streghe, zucche sogghignanti, fantasmi, ragnatele, scheletri e quanto di più pauroso possiamo immaginare.

Trick or treat? Dolcetto o scherzetto? Noi sicuramente scegliamo il dolcetto... magari questa versione delle Lingue di gatto sicuramente... da paura! Per l'occasione, le nostre Lingue di gatto si maschereranno da fantasmi...

Facilissimi da preparare, questi Fantasmini su stecco sapranno coinvolgere e deliziare grandi e piccini. Un cuore di cioccolato fondente, abbinato ad una copertura di cioccolato bianco... golosissimi!

Fantasmini con cioccolato fondente e cioccolato bianco

 
Cosa serve?

Lingue di gatto

Ciocciolato Fondente

Cioccolato bianco

Stecche da gelato

Fondere il cioccolato bianco a bagnomaria ed intingervi le Lingue di gatto per circa 2/3 così da simulare il lenzuolo del fantasmino; lasciar asciugare. Intanto fondere, sempre a bagnomaria, anche il cioccolato fondente. Accoppiare le Lingue di gatto con il cioccolato fondente fuso mettendo nel mezzo lo stecco da gelato. Una volta asciutte, disegnare con il cioccolato fondente fuso occhi e bocca dei fantasmini. Buon divertimento e un goloso Halloween!

 

 Acquista le Lingue di gatto sul nostro shop!

Dolci d'estate | Mousse all'albicocca

 

Come conciliare la voglia di dolce con il caldo estivo? Non solo gelati, ma anche fresche mousse arricchite dai colori e dai profumi della frutta, semplici da preparare e golose da gustare. E se siete golosi di albicocche, perchè non provare una mousse leggera proprio con questo frutto ricco di vitamine e sali minerali? L'albicocca, simbolo dell'estate, è infatti un frutto ricco di vitamine, soprattutto carotenoidi, vitamina A e C. L’alta presenza di minerali, come potassio, fosforo, sodio, ferro e calcio, ne fa un valido supporto in casi di anemia, spossatezza, convalescenza; soprattutto il potassio aiuta anche nell’attività fisica, durante i mesi estivi.

 

Mousse all'albicocca

 

Ingredienti:

200 g albicocche fresche

7 g gelatina in fogli

150 g panna fresca

80 g zucchero

spicchi di albicocca per decorare

Snocciolare le albicocche e porle in un tegame a fuoco medio assieme allo zucchero; quando risulteranno morbide, toglierle dal fuoco, passarle con il frullatore ad immersione ed unire la gelatina precedentemente ammollata in acqua e strizzata. Far raffreddare il composto.

Nel frattempo montare la panna fresca facendo attenzione che sia la panna che le fruste siano ben fredde e che la panna non "indurisca" troppo. Aggiungere delicatamente la panna montata alla crema di albicocche. Trasferire il composto nelle coppette o bicchierini da servizio e lasciar riposare in frigo per almeno tre ore. Prima di servire, a piacere, decorare con spicchi di albicocche fresche e foglioline di menta. Una mousse perfetta da gustare al cucchiaio da sola o, per una nota croccante, accompagnata dal nostro Antico Savoiardo senza farina o dalle nostre Lingue di gatto e, perchè no, da una sbriciolata dei nostri Bruttimabuoni con nocciole Piemonte.

 

 

 

Salva

Salva

Salva

Panzuccotto | Idea creativa con un tocco di tradizione

Il panettone non può mancare sulla tua tavola natalizia, ma cerchi un'idea per servirlo in maniera originale? Ecco il nostro Panzuccotto, semplice, veloce e goloso per coccolare i tuoi ospiti. Puoi scegliere il panettone nella variante che più preferisci ed abbinarlo al gelato o alla crema che più ne esalta il gusto. Noi abbiamo scelto una delle edizioni limitate di quest'anno, il nostro Panettone Pere e Cioccolato al latte e lo abbiamo arricchito con gelato al pistacchio di Bronte ed un cuore di crema gianduia.

Basta utilizzare uno stampo adatto al freezer a forma di semisfera, vanno bene anche le coppette di plastica trasparente, e rivestirlo con strisce di panettone leggermente inumudito con la bagna che si preferisce (caffè, sciroppo di zucchero e liquore, latte, etc.); mettere nel centro un cucchiaino abbondante di crema gianduia, riempire tutto con gelato (nel nostro caso al Pistacchio di Bronte) e chiudere con uno stato di panettone sempre spennellato con la bagna. Lasciar riposare il Panzuccotto qualche ora in freezer e tenere a temperatura ambiente una ventina di minuti prima di consumarlo. Capovolgere la coppetta su un piatto da portata e decorare a piacere, noi lo abbiamo fatto semplicemente con una spolverata di cacao amaro. E... buon Natale creativo e goloso!

Savoiardo e Sanguinaccio | Leggerezza e golosità in un morso

E dopo aver ripercorso le origini tra sacro e profano del Sanguinaccio e averne raccontato l'evoluzione, eccoci con una ricetta semplice semplice per prepararlo, naturalmente nelle versione "moderna" senza sangue di maiale. Provate poi ad abbinare questa golosa crema al cioccolato con il nostro Savoiardo senza farina ed ecco il trionfo della semplicità.

Ingredienti:

500 ml latte intero

100 gr cioccolato fondente (70%)

75 gr cacao amaro

250 gr zucchero semolato

45 gr amido di mais (o farina di riso)

30 gr burro

1 bacca di vaniglia

1 cucchiaino di cannella in polvere

Setacciare in un pentolino dal fondo spesso cacao, amido di mais, cannella, i semi della bacca di vaniglia e lo zucchero; aggiungere gradualmente il latte mescolando assicurandosi sempre che questo venga man mano incorporato creando una cremina. Mettere sul fuoco a fiamma dolce e portare ad ebollizione sempre mescolando con una frusta e lasciare sul fuoco fino a che non si sia formata una salsa (occorreranno circa 10'-15'); a questo punto togliere dal fuoco e aggiunfere il cioccolato fondente precedentemente tritato e il burro; continuare a mescolare fino a che il tutto non sarà amalgamato.

La crema dovrà risultare corposa e vellutata e scendere a nastro; qualora fosse ancora un po' liquida, porla nuovamente sul fuoco per un paio di minuti sempre mescolando con la frusta. Coprire la crema, lasciandola nella stessa pentola, con pellicola a contatto per evitare che si formi la pellicina. Dopo 30 minuti la crema può essere riposta in frigorifero fino al momento di servire.

Qualora il Sanguinaccio dovesse avanzare, cosa difficile per quanto è goloso, può essere conservato in frigo, sempre ricoperto da pellicola o in un contenitore ermetico, per 5-6 giorni.

E ora buon momento goloso con questa crema paradisiaca e la leggerezza del nostro Antico Savoiardo senza farina!

 

Acquista ora!

Salva

Salva

Salva

Di Ciaccio

Specialità dolciarie sas.

Via Appia Km 136.500

c/o Centro Leonardo

04024 GAETA - LT

EMAIL info@diciaccio.com

TEL. 0771 311010

FAX 0771 462524

 

 


Follow Di Ciaccio

Log In or Register